Strada Facendo

Presentazione fotografica
Presentazione

Il "magico" Cammino di Santiago di Compostela

28 luglio - 16 agosto 2006
1^ Tappa - Da Saint Jean Pied de Port a Roncisvalle (noi siamo partiti da St. Michel)
Questa tappa offre due possibili itinerari. Il primo, chiamato La Rotta dei porti di Cize, quello che abbiamo scelto noi, è molto più duro ma anche più gratificante e spettacolare: maestosi paesaggi pirenaici e frondosi boschi caducifogli si succedono lungo il percorso.
La seconda rotta, per Valcarlos, presenta un percorso più semplice
 

Distanza: km percorsi 31
Quota minima: 223 m
Quota massima: 1480 m
Difficoltà: alta-molto alta


percorso
altimetria
 
Verso la cima
  Cavalli al pascolo   Colle di Bentarte
Pedalando verso la cima
 
Cavalli al pascolo
 
Salita al colle di Bentarte
2^ Tappa - Da Roncisvalle a Pamplona
In questo tratto il Cammino si lascia alle spalle i grandi boschi dei Pirenei. Gli succedono i piccoli boschi di roveri e di conifere, terre di coltivo e campi. E' un percorso che prmette di godere della maestosità dei piccoli e ben curati paesini di Navarra. Il tracciato non presenta eccessive difficoltà tecniche, tranne la discesa dall'alto di Erro e la parte finale della tappa, a partire da Sabaldica.

  Distanza: km percorsi 67
Quota minima: 420 m
Quota massima: 962 m
Difficoltà: media-alta
 
percorso
altimetria
 
Zubiri   Bosco di conifere   Iroz
Zubiri
 
Bosco di conifere
 
Iroz
3^ Tappa - Da Pamplona a Estella
La tappa attraversa il cuore della vecchia Navarra. Si avanza per terre secche e collinari disseminate di paesini. A metà della tappa si tocca l'emblematica località di Puente la REina, dove si uniscono le due rotte del Cammino Francese che entrano in Spagna da Roncisvalle e da Somport.
  Distanza: km percorsi 62
Quota minima: 397 m
Quota massima: 780 m
Difficoltà: media
 
percorso
altimetria
 
Salita fra i lecci   Alto del Perdon   Ciraqui
La salita verso l'Alto del Perdòn - arbusti e lecci
 
Alto del Perdòn - Sagome ritagliate nel metallo
 
Rovi e sterpi prima di Ciraqui (nido di vipere in linqua basca)
4^ Tappa - Da Estella a Logroño
Ultima tappa in direzione sud-ovest. Il Cammino Francese prende la rotta di Ponente, che non abbandonerà fino a Compostela.Questo tratto passa vicino al grande monastero benedettino di Irache e attraversa il fiume Ebro perlo storico ponte di Piedra. Campi di cereali e vigneti ci accompagnano lungo il percorso.
 

Distanza: km percorsi 55
Quota minima: 420 m
Quota massima: 590 m
Difficoltà: media-bassa

 
percorso
altimetria
 
Cordigliera   Sentiero   Sentiero
La Cordigliera oltre i campi
 
Silenzio e sassi
 
Sentiero tra le colline
5^ Tappa - Da Logroño a Santo Domingo de la Calzada
I vigneti e le terre d icoltaivazioni foggiano il paesaggio d questa tappa che ha la meta in una delle località di maggiore tradizione jacopea. Le sierre di Demanda, a Sud, e quelle di Cantabria, a Nord, fiancheggiano l'estesa valle del fiume Ebroi
 

Distanza: km percorsi 56
Quota minima: 390 m
Quota massima: 715 m
Difficoltà:media-alta

 
percorso
altimetria
 
Pellegrino   Sentiero   Sentiero
Il Pellegrino in pietra
Pedala e cammina
Sentiero
6^ Tappa - Da Santo Domingo de la Calzada a Burgos
I Montes de la Oca sono la caratteristica naturale di questa tappa, con i loro boschi fitti e gli arbusti bassi prima di arrivare alle terre del Bierzo e in uno dei più suggestivi luoghi di tutto il cammino: San Juan de Ortega.
 

Distanza: km percorsi 76
Quota minima: 640 m
Quota massima: 1165 m
Difficoltà: alta

 
percorso
altimetria
 
Alto de la Pedraia   San Juan de Ortega   Salita
Alto de la Pedraia
 
San Juan de Ortega
 
Salita
7^ Tappa - Da Burgos a Castrojeriz
Alla stregua della tappa precedente, questa annovera un grande numero di luoghi emblematici nella cultura della tradizione jacopea. Terra abitata dall'assenza, dal sole nel cielo come un dardo di fuoco, dal nulla all'intorno se non il giallo del grano o le sue stoppie avanzate.
 

Distanza: km percorsi 45
Quota minima: 800 m
Quota massima: 920 m
Difficoltà: media

 
percorso
altimetria
 
Cattedrale di Burgos   Tardaios   San Anton
Puerta de Santa Maria e Cattedrale di Burgos
 
Tardaios - fontana nella piazza del paese
 
Monastero di San Antòn

8^ Tappa - da Castrojeriz a Sahagun
La pianura castigliana domina con sobrietà e forza questa tappa che culmina a Sahagun. Siamo a metà circa della rotta verso Santiago. L'estesa pianura castigliana castiga con un sole poco misericordioso nei mesi estivi, dove solo i pioppi di alcuni ruscelli e l'ombra dei villaggi danno un po' di sollievo.

  Distanza: km percorsi 84
Quota minima: 830 m
Quota massima: 910 m
Difficoltà: media
 
percorso
altimetria
 
Panorama   Ermita San Nicolas   Canale
Panorama - infiite distese
 
Ermita San Nicolas
 
Lungo il canale
9^ Tappa - da Sahagun a Léon
All'uscita da Sahagun il Cammino si inoltra nella distesa di Léon. Il paesaggio diventa cangiante e il suolo irregolare e pietroso. La ricompensa finale è la città di Léon, con la cattedrale gotica e un eccellente patrimonio artistico.
  Distanza: km percorsi 60
Quota minima: 800 m
Quota massima: 910 m
Difficoltà: bssa
 
percorso
altimetria
 
verso Léon   Mansilla de las Mulas   Cattedrale di Léon
Sentiero verso Léon
 
Mansilla de las Mulas
Cattedrale di Léon
10^ Tappa - da Léon a Astorga
Il percorso continua per una pianura sempre più tranquilla e comoda. Nella parte finale, andando verso Astorga, di origine romana, si entra nella zona di la Maragateria, famosa per le sue consolidate tradizioni. Lungo il percorso si incontra il Ponte del Paso Honroso.
  Distanza: km percorsi 56
Quota minima: 800 m
Quota massima: 950 m
Difficoltà: bssa
 
percorso
altimetria
 
La meseta   Hospital de Orbigo   Strada Ferrata

La meseta

Hosital de Orbigo - Ponte romano

Strada ferrata
11^ Tappa - da Astorga a Ponferrada
Siamo nelle terre di La Maragateria. Nelle vicinanze del monte Ierago comincia la zona del Bierzo, terra di transizione tra Lèon e la Galizia, dove gente, abitudini e paesaggio sono contrassegnati dalle due culture. Il tracciato è anche una transizione tra la pianura e i sinuosi sentieri e le strade in continua salita e discesa che accompagneranno il pellegrino fino a Santiago.
  Distanza: km percorsi 60
Quota minima: 500 m
Quota massima: 1500 m
Difficoltà: alta
 
percorso
altimetria
 
Rabanal del Camino   Foncebadon   Discesa
Rabanal del Camino - incontro con fra ...
 
Foncebadon
 
Discesa verso La Cruz de Hierro
12^ Tappa - da Ponferrada a O'Cebreiro
El Bierzo e la Galizia si prendono per mano in questa tappa che culmina a 1300 m in O Cebreiro, la località del Cammino con più connotazioni mistiche e simboliche. Nella parte finale la spettacolarità del paesaggio e la sensazione della vicinanza di Compostela ben valgono lo sforzo.
  Distanza: km percorsi 59
Quota minima: 460 m
Quota massima: 1320 m
Difficoltà:alta molto alta
 
percorso
altimetria
 
Vigne   Pellegrini   O Cebreiro
Km 195 a Santiago
 
Pellegrini
 
O Cebreiro
13^ Tappa - da O'Cebreiro a Sarria
I folti boschi e le montagne galiziane dominano questo tratto del Cammino. Il percorso avanza per una zona molto popolata attraversando diversi villaggi e due località di rilievo: Triacastela e SAmos.Si succedono i dossi e le discese.
  Distanza: km percorsi 50
Quota minima: 450 m
Quota massima: 1330 m
Difficoltà: media
 
percorso
altimetria
 
Scendendo da O Cebreiro   Panorama   Sentiero
Scendendo da O Cebreiro
 
Panorama - vista della Cordigliera
 
Sentiero verso Sarria
14^ Tappa - da Sarria a Palas de Rei
In questa tappa fa spicco Portomarin, una delle località di maggior rilevanza storica della Rotta, che però rimase annegata dal bacino di Beiesar, nel fiume Miño. la nuova cittadina, ai piedi delle rovine del paese scomparso, tenta di mantenere il suo vecchio fascino e a tale scopo vi vennero trasportate alcune delle vecchie costruzioni, come la chiesa romanica di San Niccolò (XII secolo).
  Distanza: km percorsi 55
Quota minima: 360 m
Quota massima: 730 m
Difficoltà: media-alta
 
percorso
altimetria
 
Altopiano   Bosco   Palas de Rei

Altopiano

 
Bosco di eucalipti
 
Verso Palas de Rei
15^ Tappa - da Palas de Rei a Santiago de Compostela
Anche se non vi sono forti difficoltà orografiche, il percorso di quest'ultima tappa, ancora una volta tra villaggi, è piuttosto duro. Il Cammino supera una dopo l'altra, piccole valli e fiumi che scendono verso il Tambre, e questa successione di salite e discese indurisce il percorso. Nell'arrivare al Monte do Gozo si vedono per la prima volta le torri della cattedrale di Santiago: la meta diventa visibile.
  Distanza: km percorsi 73
Quota minima: 290 m
Quota massima: 560 m
Difficoltà: media
 
percorso
altimetria
 
Bosco   Camino de Santiago   Monte do Gozo
Verso Santiago - Il fumo degli incendi
 
Camino de Santiago
 
Monte do Gozo